venerdì 15 ottobre 2010

CHIUSO "LO ZOO DI 105"

Gli amanti e gli assidui ascoltatori della radio conoscono perfettamente "Lo Zoo di 105", la dissacrante trasmissione radiofonica (la più ascoltata d'Italia in quella fascia oraria), in onda sull'omonimo network dalle 14.00 alle 16.00, chiusa repentinamente, a tempo indeterminato.
Non si capiscono a fondo quali siano le motivazioni.
Sul web c'è un clima di rivolta totale nei confronti del Signor Enzo Fierro, a cui i fan della trasmissione attribuiscono tutte le colpe, a causa di una missiva da lui inviata sia al Garante, sia al Ministro delle Telecomunicazioni, con la quale lanciava un grido di dolore nei confronti della volgarità, da lui considerata eccessiva, del programma.
Dal canto suo, il Signor Fierro si difende, pubblicando la mail incriminata (che certo non rinnega) inviata, però, agli organismi preposti nell'ormai lontano 2008.
A questo punto i dubbi sono tanti: non credo che questa sia l'unica lettera di protesta nei confronti dello "Zoo di 105", programma si di culto, ma molte, forse troppe volte, farcito di una volgarità per alcuni decisamente difficile da digerire.
D'altro canto, anche io mi domando se il Garante ed il Ministro (che certamente avranno tantissimo da fare) ci mettano due anni ad evadere la corrispondenza che ricevono.....
..... no, perchè se è così che funzionano le cose, siamo messi decisamente peggio rispetto a ciò che immaginiamo.....
.... e mi chiedo pure....
....piuttosto che censurare un programma, addirittura chiuderlo, non basterebbe semplicemente (così come si può fare per la tv che certo non brilla per morigeratezza) cambiare canale?

12 commenti:

Maurizio ha detto...

L'han chiuso perchè credevano lo conducesse Santoro.

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

oddio, ma non c'è più libertà nemmeno nelle radio private??

è scandalosa questa cosa, credo che su internet spunterà (se non è già spuntata) al più presto qualche petizione pro zoo e forse una sommossa popolare!

Chissenefrega ha detto...

Sono un amante della libertà di espressione e contestualmente un amante del medium radiofonico: in questo caso il secondo batte la prima 1000 a zero. Sono fiero che venga salvaguardato - una volta tanto - il mezzo a discapito del contenuto perchè non c'è nulla di liberale nel fare un programma oggettivamente osceno e gratuitamente scurrile, bovinamente realizzato da-e-per gente ignorante.

Non so chi sia questo Fierro ma non posso che condividere la chiusura (che a mio avviso giunge pure tardiva) di uno dei peggiori programmi radiofonici di sempre. Non si può pensare di "divertire" sempre e solo una massa di capre (perlopiù giovani e mentalmente influenzabili) con grettitudine, volgarità e cattivo gusto. Un limite c'è e ci deve essere, è quello imposto dal comune buon senso, e non ha niente a che vedere con la libertà espressiva.

Fa ridere, poi, che Mazzoli & soci si difendano dicendo che sono stati censurati perché non dispongono di adeguate coperture politiche: come sempre si vede la cosa dal punto di vista sbagliato, della serie "tutti fanno programmi di merda (tanto per utilizzare un linguaggio a tema) e quindi perchè noi no". Fa ancora più ridere il popolo (capre-capre-capreeee) dei fans di questo programma (fatto da 40enni e rivolto a 12enni, la cosa dovrebbe far riflettere) che si ribellano alla chiusura senza saperne il motivo preciso e sparando "merda" (come sopra) contro chicchessia con i toni volgari e le modalità filoterroristiche secondo cui sono stati istruiti negli anni dal loro programma radiofonico preferito.

La chiudo qui,
cordialdialmente tuo Prime Minister Chissenemoralizzatore

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

Hanno chiuso un programma volgare e cretino. E dovrei pure dispiacermi? Ma quando mai!!! Evviva evviva evviva!

In questo caso non c'entra mica la libertà di espressione. Faccio un esempio, se domani interrompessero il GF per lo stesso motivo sarebbe uno scandalo? No! Sarebbe solo ora!

I problemi di libertà d'espressione in Italia ci sono eccome, ma sicuramente stanno altrove.

Anonimo ha detto...

Ho 40anni, e ascolto lo zoo da sempre, non credo di essere ne ignorante, ne capra, ho i miei valori, le mie idee e lotto sempre per difenderli... mi piace definirmi figlia dei fiori, e sono un'amante della non violenza come m'insegna un maestro di nome Gandhi... eppure ascolto lo zoo e mi piace... troppi pregiudizi fanno solo clamore, etichettano le persone per ciò che non sono... e non lo trovo giusto.

mariacristina ha detto...

L'ho sentito parecchie volte ma era eccessivo, quegli scherzi telefonici a volte veramente volgari, si può far ridere anche senza essere per forza scurrili in quel modo. Comunque mi sembra l'avessero già chiuso tempo fa, poi tutto come prima. Ciao e buon week-end.

Maurizio ha detto...

Riblatero. Chiudere un programma non è mai un bene. Anche se vi è volgarità. Basta che tale volgarità non sia a scopi discriminatori, razziali, sessisti, contro le minoranze ecc ecc ecc, ma se solo volgarità fine a se stessa, non è un bene chiudere un programma se funziona. Se fosse così i trequarti del palinsesto televisivo dovrebbero essere cestinati immediatamente utilizzando lo stesso peso e la stessa misura. E' lo stesso peso e la stessa misura che chiedo. Chiudiamo lo zoo perchè volgare? Bene, allora fanculizziamo Sgarbi e soci, fanculizziamo le mignotte in tv, fanculizziamo le risse tra tronisti idioti ecc ecc ecc. Se rimane tutto questo io pretendo lo zoo in radio. Anche se non lo ascolto. Proprio perchè non rientra nei canoni di una trasmissione degna di essere ascoltata. Ma i miei canoni evidentemente non solo quelli di altre 4.000.000 di persone. Prosit.

Beautiful Monster ha detto...

io lo ascolto da molto troppo forte
cmq l'hanno sospeso tante altre volte

Panico Pa Panico Pa Panico.....Paura.......

marco mazzoli dice
La radio è dalla nostra parte e se tutto va bene tra qualche giorno potremmo tornare in onda

mariacristina ha detto...

Sono d'accordo con maurizio, via dalla TV tutto quello che ha detto.

Tendallegra ha detto...

Non seguo questa trasmissione, ogni tanto mi ci imbatto quando faccio zapping radiofonico (raramente, solo durante gli spot, io ho la stazione radio fissa su RMC, che tra l'altro appartiene allo stesso gruppo di 105 e Virgin): a volte ho anche sorriso, ma la trovo eccessiva.
Però, in tutti i casi ed anche in questo, la parola "CENSURA" per me ha sempre un effetto pruriginoso. L'offerta è talmente variagata che si può scegliere altro.
E' impedire di scegliere che a me non piace, mai.
Ascolto della radio, visione della tv.... si può sempre scegliere di uscire, suonare, fare l'amore, fare sesso,legger, fare tante cose in alternativa... ma che nessuno tolga l'aternativa. MAI.

Vincent Solo ha detto...

facciamo l'amore alessia ;)

Duke ha detto...

A parte la volgarità gratuita profusa a piene mani è un programma oggettivamente senza senso condotto da mentecatti che non vorrebbero neanche alla Lega. Detto questo io sono contro ogni tipo di censura e quindi ritengo profondamente indegna la chiusura del programma, mossa peraltro degna del paesucolo che è l'Italia dove si vuol far credere che il problema sta nella pagliuzza nell'occhio piuttosto che nella trave su per il culo...