martedì 22 febbraio 2011

ALFONSO LUIGI MARRA INTERVISTATO DA ANTONELLO PIROSO


"LA NON DIALOGICITA' SESSUALE E LA NON ORGASMICITA' FEMMINILE SONO EFFETTI DELLE POLITICHE DEL POTERE ECONOMICO PER INIBIRE IL CONFRONTO."
Pensavate che con Sanremo avevate davvero visto tutto?
Vi sbagliavate.

15 commenti:

Carmen ha detto...

Ohiohia, che palle anche questo qui!!!!

acrimonia ha detto...

Sto per svenire, portatemi i sali...

barbamamma ha detto...

ho visto anch'io l'intervista!!!...subito dopo la littizzetto che ha parlato dei suoi famosi spot!! (famosi grazie a te!!!)

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

"un miliardo di persone, forse un miliardo emmezzo, hanno appreso l'espressione signoraggio bancario"
ma qualcuno glielo spiega che non ci sono un miliardo di persone nel mondo che parlano l'italiano, e sicuramente non parlano la sua lingua...

comunque a suo modo un genio :D

Taglia ha detto...

Noooooooo, me lo sono perso, perchéééééééééé, perchééééééé. Devo recuperarlo su youtube :D

Tra l'altro c'è un nuovo spot del suo libro: lo fa Ruby, non è una battuta.

da sempre solo ha detto...

spot che vede Ruby in slip, nel ruolo di testimonial per il libro di Luigi Marra, "Labirinto femminile". Lo spot è stato messo online tradotto in diverse lingue, dal russo al cinese e anche l'arabo.

Karima viene "spogliata" da una sorta di Mandrake, per poi rimanere in reggiseno e slip ed esordire con un "Ora che la società è stata spogliata". Quindi presenta il libro, un epistolario su "strategico sentimentale", "etichettatura e riforma costituzionale europea" e "signoraggio primario e secondario", come dice lei stessa nel spot.

Anonimo ha detto...

il commento al libro in uno stile molto ironico

http://grassoallagola.wordpress.com/

Tendallegra ha detto...

ahahahahahah... basta, basta, basta!
Gli stiamo facendo troppa pubblicità... :o)))

@Barbamamma: non è merito mio la fama di Marra... se l'è conquistata tutto da sè... io ho scritto di questa cosa quando era ormai un super tormentone del web.

Oh... comunque il libro poi mica l'ho trovato! Nemmeno a Bologna (a dire il vero mi sono vergognata di chiederlo nelle librerie della città universitaria per definizione, mi sono solo limitata a sbirciare tra quelli esposti).

Anonimo ha detto...

CONTRO LE BANCHE E IL SIGNORAGGIO
Sabato 26.11.11, alle 10.30 a Roma, presso il Teatro Quirino, via delle Vergini n. 7, si terrà l’incontro – promosso da FermiamoLeBanche – per la costituzione del Comitato Promotore del referendum per l'abrogazione delle 6 gravi leggi anticostituzionali, 4 delle quali recentissime, regala-soldi alle banche, e per l'abolizione del signoraggio. Nell’occasione verrà eletto un Coordinamento provvisorio.
Parteciperà anche Sara Tommasi.
Chi volesse approfondire può farlo da www.marra.it/comitato.php

Tendallegra ha detto...

AIUTO!!!
L'INVASIONE DEGLI ULTRACORPI!!!!

Anonimo ha detto...

Riceviamo e pubblichiamo una dichiarazione di pugno di Sara Tommasi (vedi da scribd) che recita testualmente:

«Io Sara Tommasi dichiaro che il signor De Vincenzo Federico mi ha somministrato della droga durante le riprese di un video porno girato illegalmente in Italia giorni fa, precisamente il 3 giugno 2012. Mi auguro che il mercato della pornografia cessi d’esistere!!! Grazie, cordiali saluti, Sara Tommasi».

Federerico De Vincenzo è un ex carabiniere di San Giugliano che svolge a Milano attività connesse alla pornografia ed è la stessa persona di cui, casualmente, ieri, 17 giugno 2012, il Corriere della Sera (corriere.it), in relazione a vicende giudiziarie estorsive in danno dapprima di Fini e poi di tre calciatori della Lazio per delle foto, scrive:

«-GIANFRANCO FINI - La vicenda, raccontata sabato da Il Secolo XIX , ha al centro Lucia Rizzo, in arte Rachele, già nota alle cronache scandalistico-giudiziarie del 2010 per aver raccontato di aver avuto incontri a luci rosse con il presidente della Camera, Gianfranco Fini. In quella occasione la escort finì indagata per estorsione e diffamazione. Nel suo racconto ai magistrati della procura di Roma scaricò però le responsabilità sul suo manager Federico De Vincenzo. "È lui a mettere in piedi questi raggiri - disse Rachele - tanto che ne ha già pronto un altro simile con i giocatori della Lazio". Sempre secondo Rachele, De Vincenzo confidò all’amico Massimo Caroletti, unico indagato nella vicenda di oggi, di avere "delle foto con cui mi faccio la macchina nuova..."».

-LA VICENDA. Di che foto si parla? Il 20 marzo 2009 la Lazio è a Catania. Nell’albergo dove alloggia la squadra si trova di passaggio anche Rachele con De Vincenzo. I due chiedono ai calciatori di prestarsi a qualche foto»...

Sara Tommasi ha conferito mandato agli avvocati Alfonso Luigi Marra e Saverio Campana, noto penalista di fiducia dell’avv. Marra, di presentare un esposto alla Procura di Milano ai fini del sequestro del video e quant’altro, e all’ avv. Marra di agire per il risarcimento dei danni.


Scarica la dichiarazione di Sara Tommasi in formato pdf:

Ufficio Stampa PAS-FermiamoLeBanchehttp://tv.signoraggio.it/video/sara_tommasi-dichiarazioni.pdf

Tendallegra ha detto...

OH! MA BASTA, EH!!!

Anonimo ha detto...

Sara Tommasi, in un incontro di ieri sera 18.6.2012, ha comunicato agli avvocati Alfonso Luigi Marra e Saverio Campana che il sig. Federico De Vincenzo, essendosi spaventato per la minacciata azione penale e civile, «le ha dato la sua parola d’onore» che non pubblicherà il film porno, e non sussiterebbe pertanto più motivo per agire. Gli avvocati Marra e Campana, preso atto dell’impossibilità continuare la prosecuzione di ogni mandato in un regime di tale incertezza, vi hanno definitivamente rinunziato. L’avv. Marra ha tuttavia fatto doverosamente notare a Tommasi che non sussitono, a suo avviso, nella questione, ragionevoli elementi per poter avere in alcun modo fiducia in quell’impegno. Alleghiamo la dichiarazione sottoscritta dalla Tommasi, da Marra e da Campana.
http://www.scribd.com/doc/97535659/Comunicato-Sara-Tommasi

Anonimo ha detto...

Marra: Cara Selvaggia, Sara è pornografa, Gruber è Bilderberg: chi credi sia meglio?

«Cara Selvaggia, premesso che sai che ti sono affezionato e ti stimo, sto scrivendo in questi giorni un complesso documento sul tema dell'abiezione come cultura di fondo che domina ogni cittadino del regime, uomo o donna che sia, salvo non sia un dissidente.
Un'abiezione frutto dell'influsso della depravazione consumistica sulla cultura di base dell'occidente, che è il dogmatismo monoteistico ebraico cristiano.
La mia conclusione è che ogni occidentale ha come cultura di fondo l'abiezione, che però in alcuni è attiva, in altri è passiva, in altri ancora è subita ecc.
Ora, secondo me, le forme di abiezione più riprovevoli non sono sempre le più perniciose dal punto di vista degli effetti sociali, con il risultato che Ilenya (quella di cui a La fase di Ilenya), o Sara, pur soccombenti dinanzi alla pressione della pseudo cultura vigente, sono culturalmente benefiche, perché inducono l'idea della necessità del cambiamento, mentre Gruber è perniciosa, perché con la sua apparente irreprensibilità, 'fa tendenza', ovvero concorre a omologare l'idea che il Bilderberg sia una cosa 'normale', laddove è la radice del male.
Inoltre, sono costernato per questa vicenda del porno di Sara, che ovviamente non ha proprio nulla a che fare con il nudo che ho usato io per un fine di così alto rilievo morale e sociale come quello di abbattere il signoraggio.
Video, i miei, che oltretutto l'avrebbero enormemente avvantaggiata, perché quando il signoraggio avesse cessato di essere tabù (e cesserà di esserlo: lo prometto alla società!), Sara avrebbe in un modo o nell'altro dovuto raccogliere il riconoscimento per aver contribuito a questa guerrà, oltre che nobilissima, essenziale per poter superare la barbarie economica e morale che schiaccia oggi l'economia e la civiltà.
Cionondimeno, finanche ora, premesso che aborro la cocaina, la pornografia, l'eventualità che abbiano usato la cocaina per indurre Sara al porno ecc., resto dell'idea che l'esempio di Gruber è pernicioso, mentre quello di Sara è distruttivo per lei stessa, ma comunque funzionale alla sconfitta del signoraggio.
Perché il signoraggio è un argomento di una tale gravità che non ha senso temere che possa essere 'screditato', perché può essere solo occultato, e nel momento in cui le decine di milioni di italiani che ora dicono questa parola senza capire di cosa si tratta, capiranno, ti assicuro che saranno tutti con Sara e tutti contro Gruber..

Gino Marra»

Ufficio Stampa Pas-FermiamoLeBanche

Tendallegra ha detto...

THE END