mercoledì 15 febbraio 2012

FESTIVAL DI SANREMO 2012 - PRIMA SERATA - TENDACRONACA LIVE


POPOLO DI TENDALLEGRA!!!


MIEI MERAVIGLIOSI LETTORI E COMMENTATORI !!!

Buonasera e benvenuti alla prima serata della sessantaduesima edizione del Festival della Canzone Italiana di Sanremo 2012!

Iniziano ufficialmente i cinque giorni più belli dell'anno, meglio del Natale, meglio delle ferie.
Stasera festeggiamo il S. Valentino con l'amore più grande che possa esserci nella vita: LA MUSICA.

Tifo a prescindere Samuele Bersani e Noemi; mi aspetto molto da Chiara Civello, Marlene Kuntz, Nina Zilli, Eugenio Finardi ed Arisa; sono incuriosita dalla strana coppia Carone/Dalla; sono terrorizzata da giggiodalessio (e nemmeno con la presenza di Loredana Bertè ce la potrò fare) e temo molto che lui ed Emma partano come superfavoriti.
Ma Sanremo è sempre Sanremo... quindi.... potrebbe esserci la sorpresa dietro l'angolo (piacevole o spiacevole che sia). 

L'inizio della kermesse è segnato da una moria di concorrenti, un po' malaticci ed influenzati (tant'è che nel pomeriggio si è molto parlato di ricorrere ad un eventuale playback in caso di grossi problemi vocali, ipotesi rigettata a priori dagli stessi artisti che si esibiranno imbottiti di medicine modello sandwich) e dai problemi cervicali della valletta Ivana Mrazova che pare immobilizzata e che certamente salterà la prima serata, sostituita da Belen Rodriguez ed Elisabetta Canalis.
Il Festival lo introdurranno Luca e Paolo, quindi possiamo dire che si riparte esattamente da dove l'abbiamo lasciato...
STIAMO UNITI.....

Alle 22 circa, per un intervento di quasi un'ora senza spot e senza nessun tipo di censura, irromperà Sua Maestà - Il Re degli Ignoranti - Adriano Celentano e certamente ne vedremo delle belle....

PRONTI????

(ma certo che lo siamo, stiamo aspettando da un anno!!!)

INCROCIAMO LE DITA.....

BUONA VISIONE!!!

Il Festival lo aprono Luca e Paolo che riguardano su monitor l'ormai celeberrima esibizione di "Ti sputtanerò" del 2011: e quest'anno rivisitano "Uomini soli", con un'analisi delle mutate condizioni politiche e televisive in casa Rai.
Noiosi.
Diamoci nà mossa che la serata è lunga: sono solo le 20.55, Morandi ancora non esce, i cantanti staranno ancora in hotel e c'abbiamo tutto il mutismo di Celentano da superare. PER FAVORE BASTA.

E finalmente arriva il Morandone, forse ce la possiamo fare a cominciare!

Si aprono le danze con il balletto di Daniel Ezr....vabbè, quello lì solito, che è vestito da astronauta che regala il viaggio dell'amore dell'arca della musica che arriva sul palco dell'Ariston.

Vabbè dai, per favore diamo inizio a stò Festival!!!

- Dolcenera "Ci vediamo a casa": brano ritmato, con un bell'arrangiamento che ricorda i primi U2, lei canta bene e sappiamo che non è mai facile iniziare per prime. Non male 6 e 1/2
- Samuele Bersani "Un Pallone": uno dei miei cantautori preferiti, lo adoro...il brano è perfetto nel suo stile, peccato la voce sia molto coperta dall'orchestra. Ho bisogno di riascoltarla. 6 e 1/2 

Arriva Rocco Papaleo, che su quel palco sembra proprio un marziano: speriamo che riesca a rallegrarci queste cinque intensissime serate.

- Noemi "Sono solo parole": la rossa artista che il blog di Tendallegra adora, è diretta da Enrico Melozzi, un talentuoso musicista mio concittadino. Sono proprio contenta per questo suo ennesimo traguardo raggiunto: nella mia città stasera facciamo tutti il tifo per loro. Francamente da Noemi mi aspettavo di più: il brano è scritto da Fabrizio Moro e si sente. Lei è sempre bravissima, interpreta con intenzione ma c'è questo limite. Peccato. 6 (ma a Noemi&Enrico)
- Francesco Renga "La tua bellezza": Renga senza riccioletti mi rende triste. Lo fa altrettanto questo brano. Sembra voglia fare il tenore ma non ci riesca. Non capisco. 4
- Chiara Civello "Al posto del mondo": star internazionale del jazz, poco conosciuta in Italia (se non dai cultori del genere), arriva con un brano che sembra una cover di una qualsiasi canzone dei Matia Bazar. Delusione totale. Antichità a iosa. 4
- Irene Fornaciari "Grande Mistero": stà figliola, porella, è sempre più bruttina e questo look da zingarella hippy di certo non l'aiuta. Il brano è di Davide Van Der Sfroos, lei saltella, si dimena, insomma... si impegna come può. Mah... boh? 4/5

Ma all'improvviso all'Ariston esplodono gli strumenti, scena di guerriglia urbana, Morandi portato via, gente colpita che cade a terra, aerei che lanciano bombe, scene di guerra.... NON SARA' MICA UNA COREOGRAFIA DI TOMMASINI?
Ah, no.... è solo arrivato ADRIANO CELENTANO.
Ce lo ascoltiamo in religioso silenzio (aggregandoci ad uno dei suoi)....

No, vabbè... è una cosa che non si può assolutamente guardare: la Canalis che interpreta l'Italia che va via, Papaleo che fa il chirichetto di Celentano, Pupo che irrompe come disturbatore, Gianni Morandi che discute di Consulta e di Referendum... SE AVESSIMO VOLUTO VEDERE BALLARO' METTEVAMO SU RAITRE. Non è la sede adatta: io voglio le canzonette, voglio la musica e, soprattutto, voglio Pippone miooooooooo!!!!!

PIPPO, DOVE SEI???

Una pagliacciata immonda.

Sono le 23.10, questi 47 minuti di Celentano mi hanno praticamente uccisa. E non ha ancora finito.
Io a sabato non arriverò viva.

Sono le 23.18, forse comincia il Festival di Sanremo.

- Emma "Non è l'inferno": l'inferno ce lo siamo appena lasciati alle spalle, ma certo nemmeno questa canzone aiuta. Mamma mia quanta retorica... con tutta la buona volontà, non mi piace per niente stà ragazza. 4
- Marlene Kuntz "Canzone per un figlio": Cristiano Godano è invecchiato tantissimo. Anche se in passato il vostro concerto mi ha uccisa regalandomi una serata terribile, oggi io vi ringrazio Marlene Kuntz, grazie di esistere Cristiano Godano, almeno c'è una ventata di piacevolezza in questo Festival. Finalmente!!! 7

Ma la gara si stoppa di nuovo per far entrare sul palco Belen ed Elisabetta che arrivano (bellissime) cantando "La Bella e la Bestia": non ce la posso davvero fare, ora che mi hanno assassinato anche questa canzone, posso dire di aver visto davvero tutto il peggio possibile nei miei primi 39 anni e 9 mesi di vita.

- Eugenio Finardi "E tu lo chiami Dio": è uno dei cantautori a me più simpatici, si promuove a prescindere, non fosse altro che per rispetto. 6
- Giggiodalessio e Loredana Bertè "Respirare": ma... ma... ma... MA NON PUO' ESSERE LOREDANA.... è chiaramente una statua di cera di Madame Tussaud! Io giggiodalessio non lo posso proprio sentire, non ce la faccio. Ma a pensare che è una delle cose migliori ascoltate finora, ecco... questo mi fa davvero rabbrividire. Questa è la fine del mondo.
- Nina Zilli "Per sempre": lei, da sempre, volge gli occhi e la voce alla miglior tradizione italiana della Mina anni sessanta, ma stavolta è solo un tentativo ed anche mal riuscito. Non ha apportato una benchè minima nota frizzante, mi aspettavo tanto tanto di più. Ma il suo look è bellissimo. 5

E' il momento di Rocco Papaleo che presenta Arturo Valiante, altro talentuoso musicista mio concittadino: quest'anno l'Abruzzo regna a Sanremo!!!!

- Pierdavide Carone e Lucio Dalla "Nanì": vi ricordate "in tutti i luoghi, in tutti i laghi e l'universo e l'universo"? Ebbene... l'ha scritta lui!!! L'apporto di Lucio Dalla è notevole, il pezzo ha una sua atmosfera. Passabile. 6
- Arisa "La Notte": che delusione anche Arisa, ma che è stà cosa triste e melensa? Dove sono le sorelle Marinetti? Dove sono gli occhialini della Signorina Carlo? Che è stà svolta intimista? Tristezza... 4/5
- Matia Bazar "Sei tu": Silvia Mezzanotte è rientrata nella band che vanta il maggior numero di partecipazioni al Festival. Lei è indubbiamente una bravissima cantante ed il pezzo non sarebbe bemmeno male, se non fosse qualcosa di trito, ritrito, ricondito e ripassato in padella. 5

Sono finite le esibizioni, ma... poichè c'è stato un problema tecnico con le votazioni della giuria, non ci sarà nessun eliminato e si rimanda tutto a domani sera. I giurati in sala protestano e scalpitano... bene, finalmente un po' di vita in questo festival. VOGLIO LA RISSA.

La seconda serata, dunque, vedrà 14 esibizioni big (con 4 esclusi), 8 delle nuove proposte, più un'altra Veglia Eucaristica di Celentano.

NON NE USCIREMO VIVI.

STIAMO UNITI. L'AMORE CI SALVERA'.

- FINE PRIMA SERATA -



9 commenti:

Miranda ha detto...

Aiutoooo è tornata la Canalis!!! Era più italiana Belen a questo punto!!!!

Tendallegra ha detto...

No, guarda.... è proprio l'inizio della fine del mondo.

Miranda ha detto...

Solo Papaleo può salvare questo Sanremo!!!!

Tendallegra ha detto...

Solo Pippone miooooooooooooo può salvare questo Sanremooooooooooo

Miranda ha detto...

Ma poi che hanno detto???? Non s'è capito nulla!!!!

Tendallegra ha detto...

Ma sembravano degli invasati scappati dal manicomio... ma per favore, ma come si fa ad affrontare nà cosa così? Pupo, no dico... PUPO!!!!

Anonimo ha detto...

Avete visto ieri sera Pupo? Io ho comprato il suo nuovo libro "La Confessione", un giallo ambientato a Sanremo.Davvero ben scritto,non pensavo che potesse essere così valido come scrittore.Ve lo consiglio.

Anonimo ha detto...

La prima puntata mi ha seriamente lasciato di stucco! è andato tutto storto! :D A cominciare da Celentano (che personalmente non ho apprezzato affatto), passando per le gaffe "fuori microfono" delle vallette (ripescate). L'unico personaggio di mio gradimento è stato Rocco Papaleo e per quanto riguarda le canzoni ho realmente apprezzato Nina Zilli. :) A quanto pare è del mio stesso parere anche Giorgio Panariello, che ha commentato la prima puntata in uno dei suoi clippini che ultimamente stanno allietando le mie giornate :D
Per chi fosse interessato, ecco a voi il link del video! Buona giornata a tutti

Anonimo ha detto...

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=7o_K-4ESIbs