domenica 12 febbraio 2012

LA MORTE DI WHITNEY HOUSTON




Con l'uscita di "Million Dollar Bill" sembrava fosse risalita.
E, invece, Whitney Houston era ancora in quell'inferno nel quale era ormai sprofondata da anni.
Si è spenta stanotte, a soli 48 anni, in una stanza d'albergo di Beverly Hills.

Lei è stata la colonna sonora della mia adolescenza, quando il corpo e la mente si trasformano, quando non ti senti più una ragazzina, perchè il cuore comincia a palpitare e si comincia a sognare l'amore.
Whitney è stata il sottofondo romantico delle prime festicciole, è stata il primo bacio. 
Ha rappresentato quanto di più bello i ricordi possano avere conservato di quegli anni indimenticabili che ti fanno sentire che stai entrando nella vita dei grandi.

Oggi con te, è andata via per sempre anche una parte di me.

CIAO WHITNEY


2 commenti:

dailygodot ha detto...

Alessia come ti capisco... le feste,i primi amori, le cantate a squarciagola in gita scolastica... la sua voce faceva parte della colonna sonora di buona parte dei miei ricordi... che peccato!

enzorasi ha detto...

Hai scelto una delle sue canzoni più belle. Io la più nota. Nessuno di coloro che l'hanno amata è riuscito a fermare la sua discesa verso la fine.