martedì 10 febbraio 2015

FESTIVAL DI SANREMO 2015: PARTE IL MEGA POLPETTONE TARGATO CARLO CONTI CON PICCOLO CONTORNO DI CANTANTI IN GARA



Ci siamo.

Stasera prenderà il via la sessantacinquesima edizione del Festival della Canzone Italiana di Sanremo.

Solitamente, in questo giorno, sarei tutta emozionata, allegra e friccicarella. Quest'anno, invece, resto perplessa e distaccata.

Quella di Sanremo, per me, è sempre stata la settimana più attesa dell'anno, quella dell'euforia e della visione matta e disperatissima di un evento che ha sempre catalizzato totalmente la mia attenzione, allontanandomi completamente da ogni contatto con la mia vita reale.

Quest'anno io non sono pronta.

Non ho un briciolo di entusiasmo e, al solo pensiero di tutta l'inutile calca disumana che passerà da lì per i prossimi 5 giorni, mi sento male. 

A fronte di 20 canzoni dei big in gara e delle 8 delle nuove proposte, su quel palco si scatenerà uno tsunami di ospitate selvagge che vanno da Al Bano e Romina (non ce ne libereremo mai, vero?) a mega markettoni di programmi Rai con i vari cast, sportivi, attrici ed attori vari, tutta la carica DEGLI INSOPPORTABILI COMICI TOSCANI, passando per Siani (che è ora che si renda conto che non è - e mai sarà  - Massimo Troisi), chef, imbonitori, frizzi, lazzi e cotillon (e sento che ci toccherà pure Cirilli in duetto con Psy, me lo sento a pelle).
Per non parlare del fatto che Carlo Conti ha chiamato come ancelle del suo harem circense Arisa ed un'altra, talmente femminile, che di certo piscia pure in piedi.

La verità è che delle canzoni non gliene frega più una cippalippa a nessuno, Sanremo è diventato un inutile carrozzone di una giostra da sagra paesana che deve dare da mangiare per una settimana ad un sacco di gente inutile.
Ma questo lo sapevamo da mò....

Il problema è che quest'anno non c'è una cosa, MANCO UNA, che possa minimamente attrarmi.

Carlo Conti, per le prime due serate, ha previsto di chiudere entro la mezzanotte e mezza; per le altre ha già annunciato che si tirerà fino a notte inoltrata. E che ci dovremo tirare noi per resistere a cinque giorni come questi?

SARA' UNA CAMBOGIA, SARA' UNA CARNEFICINA.

Comunque, se interessa a qualcuno, il contorno del polpettone sarà questo: 

BIG
Annalisa: Una finestra tra le stelle 
Malika Ayane: Adesso è qui 
Marco Masini: Che Giorno è 
Chiara: Straordinario 
Grignani: Sogni infranti 
Nek: Fatti avanti amore 
Nina Zilli: Sola 
Deaj Jack: Il mondo esplode 
Alex Britti: Un attimo importante 
Biggio e Mandelli (I Soliti Idioti): Vita di inferno 
Moreno: Oggi ti parlo così 
Bianca Atzei: Il solo al mondo 
Raf: Come una favola 
Lara Fabian: Voce 
Grazia Di Michele e Mauro Coruzzi (Platinette): Io sono una finestra 
Il Volo: Grande amore 
Anna Tatangelo: Libera 
Nesli: Buona Fortuna Amore 
Irene Grandi: Un vento senza nome 
Lorenzo Fragola: Siamo uguali 

NUOVE PROPOSTE
Giovanni Caccamo: Ritornerò da te 
Serena Brancale: Galleggiare 
Kaligola: Oltre il giardino 
Kutso: Elisa 
Enrico Nigiotti: Qualcosa da decidere 
Rakele: Io non so cos'è l'amore. 

Fate come me, rifornitevi di Buscopan ed anti-acidi.

L'INDIGESTIONE E' SERVITA.




5 commenti:

Warp9 ha detto...

Negli ultimi anni sempre saltato a piè pari, non credo che farò diversamente per questa edizione.
Aspetterò Deezere e Spotify e me li ascolterò con calma.

Teniamoci pronti per 19, 21 e 23 Maggio, almeno lì c'è sia da ascoltare che da vedere. ;-)

Tendallegra ha detto...

Mio caro Warp, l'Eurovision è una gran baracconata trash (anche se credo che quest'anno se la batte col Festival), ma almeno quello corre spedito e con meno di due ore porta a casa uno show con i controattributi!!!
E noi lo amiamo, vero? :D

Warp9 ha detto...

Tesoro, non sai quanto. :-)

Marco Goi ha detto...

E vai che si ricomincia!

Sono pronto. Spaventato, ma pronto. :)

Iole ha detto...

Tenda allegra santemo si segue per i tuoi commeti!!! Non ci abbandonare