lunedì 15 ottobre 2007

IL PARTITO DEMOCRATICO


In tempo di anti-politica, dopo "La Casta", dopo il "V-day", dopo tutte le continue e quotidiane polemiche, arrivare a presentarsi alle urne per esprimere una propria indicazione in oltre tre milioni, ha certo un significato importante, oltre ogni più rosea aspettativa degli stessi organizzatori. Si è addirittura ricorsi all'ultimo minuto al dover fotocopiare le schede, stampate in un numero che è risultato insufficiente.
Un nuovo partito politico è nato in Italia, legittimato dal consenso popolare.
E' un momento storico importantissimo e noi ne siamo testimoni.

2 commenti:

Maurizio ha detto...

Mia cara, tu che mi conosci andrai sicuramente oltre a queste mie poche righe di commento. La sfiducia mi colga! Il momento storico sarà quando una nuova presa di posizione istituzionale e sociale metterà sui binari della legalità e dell'integerrimità lo status e il modus della vita pubblica. Cosa che il PD, la CDL, o il nuovo centro che verrà creato prima o poi non farà. Nel "pantheon " del PD hanno messo Craxi. Non è un bel partire.

enrico ha detto...

a prescindere dal fatto che per esercitare il diritto di voto bisogna spendere, e questo non lo capisco proprio. Io lo so sono molto critico. Spero però che quei 3 milioni di euro e passa (Afef ha pure dato 100 euro)vengano dati ai precari o ai cittadini bisognosi. Ecco questo sarebbe davvero un momento storico da ricordare