giovedì 12 luglio 2007

HARRY POTTER E L'ORDINE DELLA FENICE


Ieri, finalmente, dopo un'attesa ormai diventata spasmodica, noi poveri HarryPotteriani, abbiamo potuto vedere il 5° capitolo cinematografico della saga di J.K. Rowling.
Premetto che questo sarà un tentativo di recensione: non so quanto obiettiva potrò essere, ma ci proverò. L'atmosfera del film è estremamente cupa, ma del resto, anche il libro lo è, forse ancora di più. Molte le parti omesse ed era prevedibile, visto che il "Hp e l'Ordine della Fenice" è lungo 834 pagine, ricco di avvenimenti, impossibile da rendere in due ore e mezza di film.
Entrano in scena nuovi personaggi: la prima è la professoressa di Difesa contro le Arti Oscure, Dolores Umbridge, consigliere anziano del Ministro della Magia Cornelius Caramell. L'attrice è davvero bravissima, anche se come caratteristiche fisiche, è lontana anni luce dalla descrizione nel libro. Il secondo personaggio è la mangiamorte fuggiasca da Azkaban Bellatrix Lestrange, resa da un'ottima ed azzeccatissima Helena Bonham Carter: fedele al personaggio nella follia e fisicamente adattissima. La terza è la studentessa di Corvonero Luna "Lunatica" Lovegood: fantastica la ragazzina con lo sguardo perso e sognante, è proprio lei.
Quanto alla trama non anticipo niente, consiglio però la visione.
Una vera critica che posso muovere al regista è quella che si è data un po' troppo per scontata la conoscenza della trama; per un non-lettore, qualche passaggio potrebbe risultare poco comprensibile. E poi nella parte finale non si è dato spazio assolutamente alla cosa più importante: tutti i sentimenti di Harry, perchè sono determinanti nel proseguio della storia.
Insomma, un finale troppo frettoloso: nel libro dura interi capitoli.
Devo però ammettere che per gli appassionati ai libri ogni film delude un po', perchè la complessità della storia viene spesso snellita con inesattezze che i criticissimi lettori di Harry Potter non riescono a tollerare; ma vale sempre la pena vederli. Prima di tutto, perchè sono sempre ben realizzati sia nelle interpretazioni degli attori, sia per le scenografie e per gli effetti speciali.
E poi ci da la possibilità di rituffarci nella magia e questo è sempre bello.
La sensazione finale dopo questa giornata dedicata ad Harry Potter è quella di una grande tristezza. Perchè vi chiederete? Perchè il 21 Luglio esce l'ultimo e conclusivo capitolo della saga. E della storia che noi vorremmo non finisse mai.
Ma questa è un'altra storia.
E la racconterò un'altra volta.

3 commenti:

J.Cole ha detto...

Essendo una fan sfegatata di Ron, soffrirò per tutto la spazio tolto al personaggio, come è costantemente accaduto dal terzo film in poi.
Ma, comunque, non resisterò al richiamo di Harry Potter e sicuramente nei prossimi giorni andrò a vederlo anch'io.

Tendallegra ha detto...

@j.cole: buona visione...:o))))

Miky ha detto...

Ciao Bel blog :)

anche io l'ho visto.... bhe cosa posso dire? più di un 7 non gli riesco a dare.
Sono una purista, leggo i libri e purtroppo il risultato che mi si è posto davanti è stato buono ma non ai livelli che mi aspettavo, sia per la durata, che per i tagli ingiustitificati, condanno invece quei particolari inseriti che potevano essere evitati, c'era bisogno di enfatizzare il bacio tra Harry e Cho? nel libro è minimalizzato, qui mancava solo la lingua -_-''
capisco che Harry Potter più che fare contenti i lettori deve attrarre gente e fare soldi ma quanto meno mi aspettavo un pò più di rigore e attenzione per la morte di Sirius, e non solo quella specie di urlo strozzato e ammutolito di Radcliffe non il minimo accenno al Quidditch, i personaggi di Ron &Hermione minimizzati e banaliizzati quello di Ron, come al solito,direi...che i due diventino prefetti a Yates non frega nulla? e che Ron diventi portiere? il personaggio della Umbridge pur essendo riuscito poteva essere ancora di più accentuato dato che nel libro è più cattivo sadico ed antipatico. Nulla da dire su Luna, che mi è davvero piaciuta. Un plauso agli effetti speciali la battaglia finale davvero bella ed emozionante, l'arrivo degli Auror al ministero, bello bello.... anche ottimo il lavoro su Harry, il regista è riuscito a trasmettere quel senso di rabbia, misto al dolore e alla solitudine complici anche i numerosi tentativi di incursione da parte del signore oscuro. Per concludere, credo che le pecche stanno "solo" sulla flebile sceneggiatura andavano approfonditi:

-La storia dell'ordine della fenice
-Le lezioni di Occlumanzia, chi ha letto i libri sa che sofferenza provocavano in Harry e la scena del salto al passato O_o com'è stata ridotta? harry dai ricordi di Piton avrà quasi una sensazione di disgusto per il comportamento del padre.. e poi perchè tagliare la madre che difende il giovane Severous?
-le incursioni di Voldemort nella mente di Harry e poi il ruolo di Kreecher O_o banalizzato
- La rivelazione della profezia e l'incazzatura di harry nello studio di Silente O_o e perchè non spiegare perchè Harry è costretto a vivere con gli zii????????

- Più spazio a Ron Hermione e anche draco che diventerà importante per il prossimo film...
Cmq ripeto più del 7 non vado..mi dispiace

vienimi a visitare :P ciao ciao