lunedì 2 luglio 2007

W L'ITALIA

E' un idolo, è l'incarnazione su schermo del maghetto del nostro cuore.
Ma oltre a questo, Daniel Radcliff, l'attore che interpreta "Harry Potter" è anche un giovane ragazzo come tutti gli altri, che va a scuola,si diletta a scrivere poesie, studia la storia ed ama lo sport.
In un'intervista rilasciata "TV Sorrisi&Canzoni" ha dichiarato che i suoi "miti" sono Garibaldi, figura che ha apprezzato studiando ed appassionadosi al Risorgimento Italiano e Rino Gattuso, ammirato agli ultimi mondiali di calcio del 2006.
E intanto cresce la febbre per i prossimi appuntamenti con la saga di Harry Potter.
L'11 Luglio esce al cinema il quinto film tratto dai libri di J.K. Rowling "Harry Potter e l'Ordine della Fenice" ed il 21 luglio, l'ultimo capitolo a conclusione della storia "Harry Potter and the Deathly Hallows".

Non ce la faccio più.......fremo elettricamente.....


6 commenti:

Ranabottola ha detto...

Devi prestarmi IL PRIMO dei libri... devo partire da lì...

J.Cole ha detto...

Ho letto da qualche parte che come prima macchina si vuole comprare una Punto...
Perchè?Considerando che il suo conto in banca deve essere pieno come un uovo?La sua risposta: "Perchè inquina poco"
Hai capito Daniel?!?Bravo!!!

ps: fremo anch'io!!!che te lo dico a fare!!!...manca poco, pochissimo!

enrico ha detto...

Ho visto solo un pezzo di uno dei film. Quindi sono ignorantissimo in materia. Ho solo copiato i film per mio figlio

Maurizio Maestri ha detto...

... non so perchè, sarà la fregola messami addosso dalla pubblicità, sarà la voglia di uno squarcio di luridume, ma io sono messo allo stesso modo per Transformers... e pensare che quei film non imm piacciono ma questo mi ricorda troppo quand'ero pargolo!

Tendallegra ha detto...

Il fenomeno Harry Potter si può provare a spiegare in mille modi, ma non si riuscirà a trovare mai il modo esatto per farlo, che possa far davvero capire quanto possa essere bello il mondo in cui J.K. Rowling ci ha introdotti, quel mondo da cui è impossibile, una volta entrati, riuscire a distaccarsi. Questa scrittrice è un genio, la saga appassionante, per nulla scontata. Non posso tradurre a parole cosa vuol dire leggere un libro di Harry Potter. Del resto, chi di noi potrebbe spiegare a parole un sentimento? Consiglio vivamente la lettura a chi non l'ha mai fatto, sensa lasciarsi ingannare: a parte i primi due, un po' legati all'età dei protagonisti, non sono affatto libri per bambini.

Tendallegra ha detto...

...arghhhhhhh...."sensa"...sigh..che pezzo d'asina: SENZA