venerdì 3 aprile 2009

BERLUSCONI RIMPROVERATO DALLA REGINA ELISABETTA

Se avesse avuto l'ombrellino, l'avrebbe picchiato sulla capoccia...

7 commenti:

Monia ha detto...

Riderissimo (sul momento, poi ci pensi bene e ti rendi conto di come stiamo messi...)!

ettore ha detto...

non ho parole.....................questa è l'immagine dell'italia che diamo all'estero.....un parvenu in politica, un politicante da quattro soldi....eppure c'è gente che crede in lui.....che ci sia sotto anche qui la bambolina voodoo dei farias?

dailygodot ha detto...

@___@ E con questo... ho deciso... la regina Elisabetta è il mio mito!!! :D Peccato che come italiani... ancora una volta abbiamo fatto una figura gramagramagrama!!!

Chissenefrega ha detto...

eeeeeh e chi sarà mai sta regina!

Anonimo ha detto...

Scusate eh, io non ho mai capito una cosa: ma se quello è scemo, perché la figura la fanno gli italiani? Questa proprietà transitiva dell'idiozia un po' mi va stretta. Berlusca è cretino, non gli italiani, o almeno non tutti, se qualcuno all'estero pensa che siamo tutti così: cacchi sua, che all'estero non è che brillino per acume, moralità o altro, di sicuro non più di noi.

Taglia ha detto...

Pardon ho dimenticato di mettere il nome al commento precedente: se moi... va a vedere che la proprietà transitiva dell'idiozia ha fondamento scientifico e questa ne è la prova ^_^

Chissenefrega ha detto...

@taglia: se dall'estero vogliono davvero giudicarci male ritengo che abbiano molti più fatti concreti a cui appigliarsi rispetto a un paio di gaffes o battute inutili che lasciano il tempo che trovano.

Sinceramente, trovo esagerato tutto questo clamore intorno all'episodio in questione (o anche a quello con la Merkel). Siccome noi italiani conosciamo bene le "debolezze comiche" del nostro Imperatore, mi sembra inutile che vengano così tanto pubblicizzate con tutto questo continuo rigiramento del coltello nella piaga da parte della stampa.

E' qualcosa di, onestamente, controproducente e quasi più fastidioso del fatto in sè (fatto talmente grave che la Regina, dopo 2 minuti, l'aveva già dimenticato [anche grazie all'arteriosclerosi, forse...])