mercoledì 8 aprile 2009

IN MEZZO AI TERREMOTATI

Da ieri abbiamo iniziato la spola di viaggi continui verso L'Aquila per la consegna di viveri, alimenti di prima necessità, acqua, prodotti sanitari, latte in polvere, coperte, vestiti. Tutto, ma proprio tutto. Serve qualsiasi cosa.
La gente sta donando in una maniera incredibile.
Anche io vado e vengo, ci stiamo recando personalmente in luogo sia a consegnare, sia a distribuire, perchè l'aiuto sia immediato, concreto, tangibile. Non perchè non ci si voglia fidare, ma quando vedi con gli occhi tuoi, quando sei tu in mezzo a loro che materialmente puoi fare e puoi dare, capisci l'urgenza e puoi incanalare lo sforzo e la volontà verso il buon fine.
Ci sono i paesini di montagna che ancora non hanno tende, nè viveri.
Quando ieri siamo arrivati col primo carico a S. Rufina di Roio (AQ), oltre duecento persone non avevano nemmeno una bottiglia d'acqua.
I bambini ci hanno chiesto un succo di frutta e dei biscotti. Le mamme i pannolini ed i biberon. Quattordici anziani un po' di latte e dello zucchero.
Chi può, prenda la macchina, un furgone, un qualsiasi mezzo e vada a portare qualcosa.
In questo momento dei soldi non se ne fanno niente.
Se dalle vostre parti si stanno organizzando raccolte di alimenti o di vestiario, indirizzatevi lì.
Un aiuto che serve subito è di questo tipo.
Grazie a tutti.
Vi tengo aggiornati.
P.S.: SIETE FANTASTICI.

10 commenti:

Anonimo ha detto...

alessia grazie. Io ho dato a mia madre, che scenderà domani, in auto, vestiti e medicinali.
Si prepara ad un lungo viaggio (in auto, ma il treno non è pensabile in questo caso), sono in tanti che si metteranno in moto per vedere i parenti e gli amici rimasti lì.
PS
sono annarita (micia)

Tendallegra ha detto...

@Micia: grazie a te, alla tua famiglia, a tutti voi per quello che state facendo.

Se potete linkatemi su FB o sui vostri blog, diffondete il messaggio.

E preghiamo. La preghiera è l'arma più potente che abbiamo. Stiamo vicino a queste persone che piangono i loro cari che non ci sono più.

Ti abbraccio forte forte.

CastenasoForever ha detto...

bravissimi e bravissime! State facendo un lavoro fantastico! Io nel mio piccolo ho pubblicato sul blog (con link su facebook) tutto un enorme indirizzario di tutta Italia dove poter consegnare generi di prima necessità e vestiario!

lEli ha detto...

Ciao Tendallegra,
sono capitata sul tuo blog dopo che csnf ha linkato il tuo appello.

Io sono di Firenze e non essendo "a portata di mano" è da lunedì che mi sbatto per capire come fare a fornire il mio aiuto nella maniera che tu suggerisci.

Non per mancanza di fiducia nelle istituzioni, ma sono fermamente convinta (e il tuo post me lo conferma) che in questo momento tutta quella gente abbia bisogno di ben altro che di 1 o 2 euro via sms (che chissà se e quando arriveranno), ma in questo momento le uniche esortazioni che ci vengono rivolte riguardano ESCLUSIVAMENTE richieste di donazioni in denaro.

Cercando su internet ho visto che in varie città (Roma per prima) stanno organizzando centri di raccolta per provvedere alle consegne, ma su Firenze purtroppo ancora nessuno.

Navigando ho scoperto che Rifondazione Comunista ha attivato a Pescara un punto di raccolta per i beni di prima necessità e ha messo a disposizione il n. di cell. del Sig. Richi per chiedere info. L'ho chiamato personalmente ed ho parlato con lui. Mi ha elencato tutti i prodotti di cui si necessita:

ACQUA IN BOTTIGLIA
VESTITI
SCARPE (comode)
PASTA CORTA / RISO
ZUCCHERO
SALE
CIBO IN SCATOLA
PANNOLINI
ASSORBENTI
PANNOLONI per ANZIANI
e tutto ciò che non sia deteriorabile e che si possa facilmente trasportare.

Mi ha però suggerito di non muovermi in autonomia, ma di rivolgermi alle istituzioni della mia regione per agevolare la consegna e lo smistamento.

Ho scritto, fornendo la mia disponibilità e quella di un gruppo di amici e chiedendo info sul daffarsi, a:
- Croce Rossa Italiana
- Protezione Civile
- Ass. Nazionale Misericordia
- Ass. Nazionale Fratellanza
- Banco Alimentare
- Provincia di Firenze
- Regione Toscana

TUTTI, dal primo all'ultimo, mi hanno inviato i loro dati bancari per effettuare donazioni in denaro, rifiutando generi anche non-alimentari da privati.

Il tuo post mi da quindi una speranza. Sarei felice se tu sapessi suggerirmi una strada o una soluzione su come fare per recapitare un pò di materiale che tra me e i miei amici vorremmo raccogliere, tramite te o qualcuno dei tuoi conoscenti.

Grazie per la collaborazione
Ely

Deception Point ha detto...

Io ho donato soldi; e penso di capire il motivo per cui i vari enti di beneficenza e le onlus chiedano donazioni in denaro, piuttosto che generi di prima necessità. Immagino (spero) che sia più agevole e logisticamente più comodo per loro acquistarli direttamente con i soldi delle donazioni, invece di riceverli a "singhiozzo" e dover organizzare per due volte il loro stivaggio e la successiva consegna.

Chi invece si trova nelle vicinanze dei luoghi colpiti ha la possibilità di consegnare la merce di persona in modo meno complicato.

La mia speranza, ora, è che la terra smetta di tremare.

Un saluto, Ale.

claudio ha detto...

anche io stavo pensando di fare un grosso carico di viveri ( cibo e acqua) e coperte.. cosa mi consigli? dove c'è forte necessità? io partirò da roma.. grazie!

Tendallegra ha detto...

Innanzitutto GRAZIE!
Ve lo voglio urlare con tutto il fiato che ho in gola e con tutto il cuore.
L'Italia, e voi ne siete l'ennesima riprova, è un Paese che conosce in modo assoluto l'andare verso l'altro.


Riguardo all'aiuto concreto: io sono abruzzese, ho una (relativa, ma presente) facilità negli spostamenti, coi contatti e posso muovermi abbastanza bene. Sono ad una sessantina di Km, ognuno di voi, tutti, ne sono certissima, avrebbe fatto questo gesto che non è clamoroso, è assolutamente spontaneo, se non addirittura dovuto alla propria gente.

Se le associazioni della vostra zona non accettano (probabilmente perchè non hanno le dovute autorizzazioni)offerte diverse dal denaro, se non vi fidate, se non ce la pensate, potete comunque essere vicini con una preghiera.

Se poi volete usare me come intermediario o come mezzo, vi posso lasciare l'indirizzo di riferimento della raccolta nella quale sono direttamente coinvolta:

CSI - TERAMO
VIA NICOLA PALMA NR. 34
64100 TERAMO

Se qualcuno volesse un contatto telefonico può scrivermi su: tendallegra@gmail.com

Ragazzi, grazie, grazie di cuore. Capisco la volontà anche di partire con mezzi propri: informatevi circa la percorribilità dell'autostrada A24, soprattutto se imboccata da Roma. In linea di massima vi fanno passare. Mettete dei cartelli sui mezzi con la scritta EMERGENZA TERREMOTO ABRUZZO e non dovrebbero crearvi problemi.

Di più al momento non posso dirvi, se non un ennesimo, immenso, assoluto e sincero GRAZIE

Alessia

Tendallegra ha detto...

Sono la solita Tendallegra-poco-tecnologica:


www.csiteramo.it

GRAZIE!!!!

ettore ha detto...

ciao alessia, essendo lontano dalla tua regione (piacenza)e non potendomi muovere per motivi di lavoro ho potuto solo donare i famosidue euro. avrei voluto fare di più. un abbraccio forte a tutta la popolazione colpita dal terremoto

Anonimo ha detto...

quello che stavo cercando, grazie