giovedì 19 febbraio 2009

FESTIVAL DI SANREMO 2009 - SECONDA SERATA: A RISCHIO ELIMINAZIONE NICKY NICOLAI, AL BANO E SAL DA VINCI

Partiamo con questa ennesima lunga maratona.
Spero di farcela e di non cedere nel corso della serata.
Se non riuscirò a scrivere tutto, mi scuso fin d'ora con i miei fantastici lettori, ma c'ho un'età ormai, vi chiedo comprensione.
L'orchestra, con la collaborazione preziosa del coro "Jubilate" di Legnano, stasera esordisce alla grande con la contaminazione tra Mozart ed i Pink Floyd.
Un momento veramente bello, le orecchie danzano felici.
Bonolis, in riferimento alle polemiche sul testo della Zanicchi, la difende dicendo che se un uomo di una certa età può andare fiero delle sue pulsioni sessuali, altrettanto fiera può andarne una donna.
Embè? Lo avevo già detto io che è la nostra Samatha Jones.
E riascoltiamoci le canzoni, perchè mica una sola serata di sfondo auricolare basta, ma no, facciamoci del male.
ALEXIA FEAT. MARIO LAVEZZI: confermo quanto espresso ieri sera, ma stasera Lavezzi c'ha delle stecche sull'attaco che non si possono sentire. Bocciati di nuovo. POVIA: provo ad riascoltare attentamente il testo, anzi me lo leggo proprio. Su "cercavo negli uomini chi era mio padre, andavo con gli uomini per non tradire mia madre" che trovo vergognoso, chiudo definitivamente il discorso. Punto.
ALBANO: la melassa assassina ci regala anche un acuto fuori programma, come faremmo senza di lui?
Nasotappato Laurenti irrompe con "New York New York"; vabbè visto che ce lo dobbiamo sorbire, tanto vale farlo ascoltando un gran pezzo. Peccato lo canti lui, ma tant'è, non si può avere tutto dalla vita, ma il solito siparietto ciaodarwiniano con Bonolis, quello si, è sempre assicurato.
NICKY NICOLAI E STEFANO DI BATTISTA: questo è il brano più bello in gara, sprizza la gioia di vita di Lorenzo in ogni dove!!! E' pura terapia.
SAL DA VINCI: questa invece giggiadalessia in ogni dove. MODALITA': VOMITO ON FOREVER.
Momento importante: presentazione della campagna "ONE", per sensibilizzare i Paesi membri del prossimo G8, a favore di interventi contro la povertà e le malattie dei bambini nel mondo, come testimonial artisti italiani ed internazionali (www.one.org).
C'è la pubblicità, vado a controllare se Chissene è ancora vivo.
GEMELLI DIVERSI: ok, posso tranquillamente andare a fare la pipì.
PUPO-PAOLO BELLI - YOUSSOU N'DOUR: meno male che li fanno entrare sulle note di "Seven seconds", con quello che ci aspetta dopo, quando inizieranno a cantare questa bomba a mano soporifera.....ma sono sicura che appena metteranno in pensione "Si può dare di più", sarà il nuovo inno della Nazionale Cantanti.
FRANCESCO RENGA: musicalmente è il pezzo più bello in gara, raffinato ed elegante, indubbiamente poco festivaliero. Renga è bravissimo, ha una voce potente, è ottimo nella difficile esecuzione. Ma, come dire? ......Non è collocabile, anche se strappacilanimaFranceso arriva dritto in pancia, con brividi in ogni dove, tanto da farmi venire dritti i peli della schiena, ma visto che non li ho, dev'essere pelle d'oca ....
MARCO MASINI: dal momento che non c'è traccia della sua esistenza nella nostra galassia, mi fumo una sigaretta.
IL TERRIFICANTE SIPARIETTO BONOLIS/NASOTAPPATO STILE "IL SENSO DELLA VITA" MI PROVOCA PENSIERI SUICIDI.
Torno a verificare la salute psico-fisica di Chissene.
C'è ancora, sono più tranquilla.
PATTY PRAVO: riascoltando la canzone, devo dire che potrei quasi darle la sufficienza (alla canzone), ma la Nicoletta è parecchio giù di voce e gli acuti sono tutti sfiatati. Invece il cappottino di pelle è sempre quello del 1901, alla fine è una certezza anche lei.
STEFANO ACCORSI, CLAUDIO SANTAMARIA E LA PFM rendono omaggio a Fabrizio De Andrè cantando "Bocca di rosa": oh....finalmente la musica....questo è il momento più bello visto finora al Festival. E poi parte "Il Pescatore" e sono in piedi pure io, pure la mia Carrie è in piedi, me lo sta scrivendo, il volume del televisore è al massimo.....CHE SPETTACOLO!!!! Credo che potremmo tranquillamente chiudere qui il festival e proclamare vincitore Fabrizio De Andrè per tutta la vita.
FABER VIVRA' PER SEMPRE.
MARCO CARTA: io lo rimanderei a lezione di dizione da Fioretta Mari, ma stavolta quando sbaglia lo devono frustare, quel "dentro maaaaaaaaaaaaaa" non si può sentire.
FAUSTO LEALI: ma ormai i figli di Leali saranno più vecchi di me, perchè si preoccupa così tanto?
DOLCENERA: dicono sia candidata alla vittoria. Spero di no. Anche se devo ammettere che abbiamo sentito di peggio. Però devo parlare col suo truccatore: che gli desse due cazzotti negli occhi, glieli rifacesse neri e le togliesse le gote di Heidi.
Altra incursione di Nasotappato, altra patetica scenetta. A sabato non arrivo viva.
Alessandro Haber legge versi di poesia. Bello, bravo, clap clap, ma datemi le canzoni. Mi viene un pensiero di nostalgia per il mio Pippo...chissà cosa starà facendo in questo momento? Chissà se mi sta pensando?
Finalmente si chiude la gara degli Artisti. Passiamo alle Proposte 2009.
SILVIA APRILE - "UN DESIDERIO ARRIVERA'": vecchia conoscenza di noi adepti di "X Factor" (da dove è stata sbattuta fuori in modo indegno) che ha per mentore Pinuccio mio, aspettavo con ansia di poterla finalmente riascoltare. SILVIA APRILE ha classe, il pezzo ovviamente mi piace....respiro Pino ...vengo rapita dall'arrangiamento e dalla chitarra.....e sogno.......
CHIARA CANZIAN - "PROVA A DIRE IL MIO NOME": la terza figlia di POOH a Sanremo. Mi domando quanti ne saranno rimasti. Ma incredibilmente questa canta, anche se emozionata ed un po' incerta. Anche il suo brano è scritto da Giuliano Sangiorgi dei Negramaro ed è ravvisabile dai passaggi agli acuti disperati quando strilla "sono io Chiara". Ok, l'abbiamo capito, sei Chiara. Adesso a nanna.
KARIMA - "COME IN OGNI ORA": Karima la conosciamo e sulla sua voce non si può dire "a". La presenta uno dei grandi amori della mia vita: BURT BACHARACH, che l'ha ascoltata ed ha definito poter collaborare con lei come un sogno che si sta realizzando.
NON HO BISOGNO DI AGGIUNGERE ALTRO.
ISKRA - "QUASI AMORE": la corista di Lucio Dalla debutta a Sanremo alla veneranda età di 62 anni con un brano melodico impreziosito dalla sua voce (seppur rotta e penalizzata dall'emozione) e dal coro che la accompagna. Non è male. Ma a quest'ora è un buon viatico per la mia ninna. Ma quando finisce questa serata?
BARBARA GILBO - "CHE NE SAI DI ME": e non ci siamo fatti mancare nemmeno la Loredana Bertè dei poveri. Ok. Quest'anno le possibili ed impossibili opzioni sono al completo.
ARISA - "SINCERITA'": ma è lei! E' la Signorina Carlo di Anna Marchesini in "no, che siccome che sò ciecata"!!! Questa canzone la conosco pure io, è "Anni ruggenti" del Gruppo Italiano.
ARRIVANO I RISULTATI DELLA GIURIA: VANNO A RISCHIO DI ELIMINAZIONE ALBANO, NICKY NICOLAI E SAL DA VINCI.
Sono le 00.45.
Incredibilmente sono sopravvissuta, ma la porcheria è grossa.
Nicky Nicolai che finisce a puttane proprio non mi scende.
Buonanotte.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

pazza nemmeno il sonno e la rabbia ti tolgono la lucidità per scrivere e commentare!

ettore ha detto...

sono d'accordo con te. si tiene pupo &Co.e si elimina nikki nikolai! non esiste
ciao ettore

Tendallegra ha detto...

@Carrie: eh si, c'ho i superpoteri, non lo sapevi?...:o)))

@Ettore: grazie per i tuoi commenti puntuali ed eleganti.

citroglicerina ha detto...

beh, la solita noia direi...o ho capito male? perchè snremo è sanremo!!

Taglia ha detto...

Alessia... ma come funziona... credevo facessi la cronaca live come Chissene... volevo solo dirti (ore 21.47) la stai facendo la standing ovation (ammesso che si scriva così) sul divano per Pino Daniele? Ho sentito "Quando", per me è stato un gran bel momento di musica, grande interprete, grande voce. Bravo Bonolis una volta ogni tanto l'Ariston è davvero il tempio della musica.
Ciao e buon proseguimento.