martedì 24 febbraio 2009

HEATH LEDGER

Un anno fa veniva a mancare Heath Ledger.
"Vanity Fair" lo celebra con una copertina bellissima.
Hollywood lo ha premiato con un oscar postumo quale miglior attore non protagonista per la sua interpretazione de "Il Cavaliere oscuro".
Questa è la storia di un giovane uomo morto troppo presto.
E' la storia di un attore di talento che (come ha dichiarato la madre in occasione dell'assegnazione dell'oscar) sarebbe stato silenziosamente contento di aver ricevuto con tale premio l'approvazione da parte dei suoi colleghi.
Altrettanto silenziosamente se n'è andato, lasciandoci la struggente interpretazione della sofferenza per quel grandissimo amore vissuto a Brokeback Mountain.

2 commenti:

babilonia ha detto...

mi ricordo anche la sua interpretazione ne Il Patriota con Mel Gibson

ettore ha detto...

e che dire dei fratelli grimm e l'incantevole strega? di casanova? di storia di un cavaliere? del suo bob dylan in i'm not there? un bravo, affascinante attore con una bellissima voce in originale. manca a tutti coloro che l'hanno apprezzato