mercoledì 24 settembre 2008

PROVACI TU

"Oggi vorrei scappare da questo inferno che non può cambiare più,
sono stanco e non mi sento di combattere anche se lo chiedi tu. Vorrei scappare da questo lungo inverno che non vuol finire mai, io cosi' diverso, io che vivo male circondato da troppi banditi e da troppa imbecillità ma chi l'ha detto che cambierà? cosi' tenere le canzoni che parlano ancora di grande futuro e di libertà; si, liberi di fare tutto, anche di non lavorare, di non avere un posto d'abitare con la speranza di non stare male: liberi anche di morire. Bisognerebbe non pensare a niente, troppa gente già lo fa, ritornare a casa e chiudersi la porta per godersi l'intimità ma anche dentro queste non va bene perché è fuori che non va, tutti ci portiamo dentro questo senso d'impotenza cosi profonda e di sottile infelicità ma chi l'ha detto che cambierà? così teneri i nostri figli, gli abbiamo insegnato che cosa importante è la libertà si, siamo liberi di fare tutto, anche di spararci addosso, di distruggere e di rubare e di saltare in aria in mezzo al cielo: liberi anche di non sapere. Oggi vorrei scappare da questo inferno che non può cambiare più questa sera proprio non mi riesce di sperare: se hai voglia provaci tu."

http://www.youtube.com/watch?v=THZsphhgUsE

1 commento:

fumisterie ha detto...

"Ma chi l'ha detto che cambierà?"

Eppure sia quando si sta bene, sia quando si sta male, le cose poi cambiano, che lo si desideri oppure no. O almeno a me sembra che la vita vada così. Insomma: le "cose" vanno... si muovono in continuazione e uno o si adegua, o si adegua, tanto indietro non si può tornare.