giovedì 20 settembre 2007

ISOLA DEI FAMOSI 5 - PRIMA PUNTATA


Ecco SuperSimo che appare in studio, abito rosso Valentino, bellissimo, elegantissimo. Ed ecco il nuovo slogan di questa quinta edizione, dal sentore un po' profetico (e magari anche portasfiga, tanto da suggerire una grattatina nei punti strategici): "GUARDATEVI LE SPALLE!".
Ok, messaggio ricevuto, non dobbiamo fidarci di nessuno, anche se piuttosto che le spalle, vorrei poter evitare di guardare verso il partair degli opinionisti, che presenta un Gianluca Nicoletti misurato e udibile, il vincitore della scorsa edizione Luca Calvani e la rediviva orca assassina Maria Giovanna Maglie, insopportabile sottutto, presuntuosa, arrogante, offensiva e con un trascorso che personalmente mi lascia molti dubbi ogni qual volta la vedo in tv, estrapolata da un contesto giornalistico.
Inviato sull'Isola è Francesco Facchinetti (che si tuffa dall'elicottero e sfoggia una mutanda di Superman che incanta la Simo), ex naufrago, ex d.j. Francesco, ex figlio del cantante dei Pooh, ex fratello di colei che succederà a Valentino nella maison di moda, ex della Yespica, insomma, speriamo dalla prossima settimana anche ex inviato per i collegamenti e per il day-time.
Ecco i vip che devono lanciarsi in mare e recuperare i loro effetti personali ed iniziano le prime scene di folklore: la soubrettina Lisa Fusco pretende di lanciarsi con le zeppe ai piedi (a tanto non ero arrivata nemmeno io) e Malgioglio appanicato dalla paura del mare, ci regala il primo momento di ilarità della serata ("Ho il terrore!!!"), diventando la vera superstar della puntata.
Nel frattempo Simo presenta i non famosi, tra i quali spiccano due personaggi: Sandro il bancario per la sua simpatia e Vittorio il finanziere, per il fatto che è un bonazzo da paura, dal fisico notevole, uno straphigo che sembra uscito dritto dritto dalle pagine di Vogue (e che pare non sia nuovo ad esperienze televisive).
Simpatico l'intervento di una naufraga che, alla domanda di Simo che chiede se ci siano animali in quella porzione di terra dove sono stati scaraventati, candidamente risponde. "Si, c'è la Topa Pelosa", un ratto. E qui valanga di risate, Simona che barcolla, vedendosi già massacrata da Giletti nella prossima puntata dell'Arena.
E si passa alle nomination e scoppia il dramma.
Alessandro Cecchi Paone fa polemica, non vuole fare nomination, perchè è un atto ignobile, una pugnalata alle spalle: in vita sua non l'ha mai fatto e mai lo farà, odia questo meccanismo che punisce chi è più debole e "Io non brucerò la faccia di nessuno, ma nemmeno per gioco". Simo ricorda al giornalista che ha firmato un contratto e che deve rispettarlo, lui risponde che ha un fratello avvocato e quindi non serve che lei gli faccia la spiega; a Simo si arrufa il pelo (tanto per rimanere in tema) e risponde: "La tua spocchia te la puoi mettere da un'altra parte". Si va avanti a convincere Cecchi Paone a fare la nomination ed alla fine, a fatica, si risolve con una dichiarazione palese, anche se lui non vuole fare il nome.....insomma, da acchiapparlo e sculacciarlo, come i bambini capricciosi.
Finale della puntata con le nomination dei famosi che si sommano a quelle dei non famosi e decretano come candidati all'eliminazione Debora Salvalaggio e Nicola Canonico.
FINE DELLA PRIMA PUNTATA.

3 commenti:

enrico ha detto...

effetti non so se mediaset ha mandato cecchi paone come distructor del programma. C'è un regolamento,che è stato visto e firmato e questo va rispettato. Quello che afferma lui può essere anche giusto, ma non è lui che detta le regole del gioco e se ha deciso di partecipare.......altrimenti che se lo faccia lui un suo reality.
Non ho visto tutta la puntata, ma la Ventura mi sembra tiratissima e i suoi occhi sembrano sempre di più stile asiatico. mi sbaglio?

J.Cole ha detto...

Cecchi Paone è di una pesantezza unica!
ps: io voglio diventare una karampana ufficiale del finanziere. Ci sarà qualche modulo da firmare?qualche rito iniziatico da eseguire?

Tendallegra ha detto...

@Enrico: Cecchi Paone è stato talmente ridicolo che, ripeto, l'avrei sculacciato come si fa con i bambini capricciosi. Se quello è l'esempio del quale lui si vantava di voler dare, non ci ha fatto esattamente una bella figura.

@J.cole: Prepariamolo noi il modulo! Io firmo tutto, ti faccio pure da segretaria se vuoi! Mamma che pezzo di figliolo...una cosa esagerata....