venerdì 21 settembre 2007

ROBERTO BENIGNI E BOB DYLAN CANDIDATI AL PREMIO NOBEL


Le voci si rincorrono tra i giornalisti ed è iniziato il toto-nobel.

Tra i nomi indicati per la cultura, spiccano anche quello del popolare regista italiano, già premio Oscar, per l'impegno profuso nella diffusione della poetica di Dante e del "Menestrello del Rock", proposto ormai da diversi anni dai letterati americani.


Come al solito i nominativi verranno indicati a sorpresa in uno dei giorni compresi nella settimana dall'8 al 15 ottobre dalla Fondazione Nobel di Stoccolma.

Quanto a quello per la Pace 2007, verrà annunciato ad Oslo il 12 Ottobre ed è ufficiale che i candidati sono ben 181, tra i quali spicca anche il nome di Al Gore per l'impegno profuso a favore della salvaguardia dell'ambiente.

Certo che dieci dopo Dario Fo, sarebbe davvero un bel colpo per l'Italia se il prestigioso riconoscimento finisse nelle mani del "toscanaccio" per definizione. Chissà se riproporrebbe l'indimenticabile camminata sulle poltrone come accadde alla notte degli Oscar?

3 commenti:

enrico ha detto...

sarei felice per loro, soprattutto per il toscanaccio (come il sottoscritto) ma lo troverei un pò eccessivo

Maurizio ha detto...

Indipendentemente dal fatto che ottenga il nobel o no una menzione bisognerebbe fargliela. Benigni legge la Divina e produce cultura.

ポール・ギルバート (Paul Gilbert) ha detto...

Ma porc... Giusto dei "letterari" provenienti da un paese senza cultura come l'America potevano proporre un "menestrello" del rock; ma fatemi il santissimo piacere!
L'impegno di AL Gore? Prima di rompere il cazxwsdt a noi che a differenza sua risparmiamo energia perché siamo costretti dalle bollette insostenibili dovrebbe pensare a quanto lui predica bene e razzola male (avete mai visto la sua villa del c@%%0 con tutte le luci accese 24 ore su 24?)
Spero che dopo 10 anni il nobel per la letteratura sia assegnato ad un altro italiano, Roberto Benigni, che io ritengo molto più meritevole di Dario Fo.